Nell’ecclesiologia protestante, al cuore della vita della chiesa vi è la formazione continua dei credenti, attraverso lo studio biblico, la predicazione e la vita comunitaria stessa. Fondamentale in questo senso è il percorso di crescita e formazione dei giovani che si pone l’obiettivo di portarli all’adesione come membri di chiesa effettivi. Per questo motivo la nostra comunità pone particolare attenzione a tutte le attività riguardanti la formazione e l’educazione teologica dei ragazzi.

Il percorso di educazione giovanile è distinto in due momenti: la scuola domenicale e la scuola biblica. La scuola domenicale (suddivisa in due classi: classe 1 da 5 a 10 anni e classe 2 dai 10 ai 14 anni) prevede un percorso propedeutico alla scuola biblica rivolta, invece, ai ragazzi di età compresa tra i 14 e i 19 anni. La formazione ha come obiettivo lo sviluppo di una fede riflettuta necessaria per l’acquisizione dell’identità, del senso di appartenenza e di un più alto livello di maturità umana e cristiana.

Il corso della scuola domenicale è gestito dalla coordinatrice Rosanna Ardolino e dalle monitrici e si concentra sugli aspetti basilari del credo evangelico, su un percorso storico facilitato della Riforma protestante e, soprattutto, sullo studio e sulla presentazione della Bibbia come una lettera d’amore di Dio agli uomini. La programmazione introduce a conoscere le grandi linee della Bibbia attraverso una conoscenza oggettiva delle parti del canone biblico per avviare il dialogo interreligioso e la riflessione di valori come la dignità della persona. Una lettura della Bibbia siffatta indica una Parola incarnata nella storia e come tale si propone come una permanente interpretazione della vita, una bussola che indica la via verso la vita e la felicità più vere.  

Il corso di scuola biblica è coordinato dal pastore Giuseppe Verrillo. La Comunità di Volla della Comunione Chiese Libere, nello specifico intento di consentire, a chi lo desidera, di approfondire in maniera sistematica lo studio della Bibbia, oltre le specificità della propria identità ecclesiale, ha costituito al proprio interno una Scuola Biblica. Tale attività si rivolge in primo ai giovani ma anche a tutti i membri della comunità che intendono aderirvi. Il programma della Scuola Biblica si articola in quattro anni di attività, a mezzo di due incontri mensili concordati.

Il programma è così articolato:

I anno: studio dell’Antico Testamento;

II anno: studio del Nuovo Testamento;

III anno: breve storia della Chiesa, con particolare riferimento alle differenti ecclesiologie. Approfondimento circa la prassi relativa ai temi condivisi con tutto il Cristianesimo: Battesimo, Cena del Signore, Chiesa ecc;

IV anno: Etica neotestamentaria. Risposta etica che la Comunità intende adottare nell’affrontare gli argomenti contemporanei di particolare rilevanza etica: divorzio, aborto, omofilia e altri.